CHIUDI
CHIUDI
Iscriviti alla nostra newsletter

Accetto i termini e condizioni della Fondazione Ermanno Casoli

6 May 2015
Ettore Favini, Sillage

In occasione di EXPO Milano 2015 Elica e la Fondazione Ermanno Casoli hanno presentato all’interno del padiglione di Save the Children, Sillage, un progetto dell’artista Ettore Favini, a cura di Marcello Smarrelli, a sostegno delle iniziative sull’educazione e la sicurezza alimentare di Save the Children.

Il termine “Sillage” è tratto dal vocabolario dei profumi: indica la scia che il profumo lascia intorno a noi, capace di superare barriere e di propagarsi nell’ambiente circostante. In linea con questa definizione, Sillage si caratterizza come un work in progress articolato in quattro fasi, in continuo mutamento, che si trasforma e si astrae progressivamente.

L’installazione si presenta inizialmente come una serie di sculture modulari, ispirate alla celebre Colonna senza fine dello scultore Costantin Brancusi, che parte dall’impiego di tre importanti prodotti Elica (Edith, Seashell, Audrey).

In una seconda fase, le scocche delle cappe da cucina, sovrapposte per formare delle colonne, verranno utilizzate come vasi per la coltivazione di piante alimentari. Le cappe da cucina saranno dunque le protagoniste di una serie continua di “passaggi di stato”, da moduli metallici a sculture che diventano “vasi” capaci di ospitare e accogliere la nascita di una nuova vita. L’artista collocherà al loro interno alcune piante, scelte in collaborazione con l’architetto Melania Bugiani, impiegate come base per alimenti quali orzo avena, mandorla, finocchio, anice. Sono tutte piante facilmente coltivabili, capaci di legarsi ai temi da sempre vicini a Save the Children e, più in generale, ai temi dell’EXPO 2015 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

Nella terza fase le piante cresciute verranno trasformate in essenze da “nasi esperti” che creeranno una profumazione studiata appositamente per Marie, per la quale, come fase conclusiva del progetto, Ettore Favini realizzerà una speciale cover. L’immagine di una natura morta, ottenuta fotografando una composizione formata dagli ortaggi cresciuti nei vasi durante i sei mesi di Expo, verrà riprodotta in un’unica striscia di colore che, come un nastro colorato, avvolgerà la scocca del diffusore di fragranze.

Questa versione di Marie, realizzata in edizione limitata per Save the Children con la nuova fragranza, sarà presentata durante un evento nel mese di settembre a Milano.